Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione, scrollando la pagina o cliccando su qualsiasi link ne accetti l'uso. Leggi informativa

Referenze

Terreal Italia intrattiene rapporti di proficua collaborazione con alcuni tra i più importanti esponenti dell’architettura contemporanea:


  • giugno 2012
    Alessandro Anselmi >>
  • giugno 2012
    Gae Aulenti >>
  • giugno 2012
    Mario Bellini >>
  • giugno 2012
    Mario Botta >>
  • giugno 2012
    Guido Canali >>
  • giugno 2012
    Guido Canella >>
  • giugno 2012
    Massimo Carmassi >>
  • giugno 2012
    Giancarlo De Carlo >>
  • giugno 2012
    Marco Dezzi Bardeschi >>
  • giugno 2012
    Ignazio e Jacopo Gardella >>
  • giugno 2012
    Vittorio Gregotti >>
  • giugno 2012
    Alessandro Mendini >>
  • 1 | 2 | 3 | >
giugno 2012

Alessandro Anselmi

Nasce a Roma nel 1934, dove si laurea in architettura nel 1963.
Nel 1962 è uno dei fondatori del GRAU (Gruppo Romano Architetti Urbanisti), uno dei gruppi più vivaci del panorama romano. Oltre all'intensa attività di progettista, Anselmi si impegna anche nella didattica e nella ricerca: è docente di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura della Terza Università di Roma. Il suo lavoro è stato documentato in numerose mostre e nelle più importanti pubblicazioni specialistiche. E' autore di numerosi saggi; dal 1974 al 1981 è stato redattore di "Controspazio" ed attualmente fa parte del Consiglio Scientifico della rivista d'architettura "Area".
Premi e riconoscimenti:
"Visiting professor" in varie scuole d'architettura (Ecole Special d'Architecture, U.P.8 dell'Ecole National Superieur d'Architecture a Parigi, Facoltà di Architettura del Politecnico di Losanna), Accademico Nazionale dell'Accademia di San Luca. Premio del Presidente della Repubblica per l'Architettura (1999).
giugno 2012

Gae Aulenti

Laureata nel 1953 al Politecnico di Milano, dal 1955 al 1965 e' nella redazione di Casabella-Continuita' diretta da Ernesto Rogers. Dal 1956 svolge la propria attivita' a Milano, spaziando dalla progettazione architettonica, all'interior e industrial design, alla scenografia teatrale. Nel Gennaio 2005 ha fondato la Gae Aulenti Architetti Associati.
Premi e riconoscimenti : "Chevalier de la Legion d Honneur" (Parigi, 1987); Membro Onorario dell'American Institute of Architects - Hon. FAIA (1990); Praemium Imperiale per l'Architettura (Tokyo, 1991); "Cavaliere di Gran Croce" al merito della Repubblica Italiana (Roma, 1995); laurea ad honorem in Belle Arti dalla Rhode Island School of Design (Providence, USA 2001).
Nel 2002 e' stata invitata come membro della giuria per i concorsi internazionali di progettazione "TAV - Nuova Stazione Alta Velocita' di Firenze" e "The Grand Egyptian Museum, Giza-Cairo".
giugno 2012

Mario Bellini

Nato a Milano nel 1935, è architetto, critico e designer.
Dal 1959 al 1962 collabora in qualità di architetto con il gruppo Rinascente; intanto svolge attività didattica presso l'istituto superiore di design di Venezia. Dal 1963 è responsabile Olivetti per le macchine da scrittura e i calcolatori (riceve diversi premi smau per alcuni progetti).
Collabora con importanti industrie B&B, Cassina, Brionvega, Yamaha, Artemide, Flos, Vitra; feconda anche l'attività nel campo dell'automobile (Fiat, Lancia, Renault). È stato direttore della rivista domus dal 1986 al 1991. Il Moma di New York conta ben 25 suoi progetti e nel 1987 gli dedica una mostra monografica. Come architetto realizza importanti progetti a Tokyo e a Milano (nuovo quartiere fiera).
Premi e riconoscimenti:
Compasso d’Oro (1962, 1964, 1970, 1986). Presidente dell’ADI dal 1969 al 1971.
giugno 2012

Mario Botta

Mario Botta (Mendrisio, 1943) è una delle figure di maggior spicco nel panorama dell'architettura contemporanea.
Dopo la scuola dell'obbligo entra a 15 anni come apprendista disegnatore presso lo studio di architettura di Luigi Camenisch e Tita Carloni a Lugano e all'età di 18 anni realizza la sua prima costruzione (casa parrocchiale di Genestrerio) 1961-63.
Frequenta il Liceo Artistico a Milano e prosegue poi gli studi all'Istituto Universitario d'Architettura di Venezia,  dove si laurea nel 1969 con relatori Carlo Scarpa e Giuseppe Mazzariol.
Durante il periodo trascorso a Venezia, ha occasione di incontrare e lavorare per Le Corbusier e Louis I. Kahn.
Nel 1970 apre il proprio studio di architettura a Lugano, nella cui regione realizza un gran numero di residenze unifamiliari e piccoli interventi che lo rendono internazionalmente noto, per proseguire la sua attività a livello mondiale.
Da sempre impegnato nell’ attività didattica, è stato ideatore e fondatore dell’ Accademia di Architettura di Mendrisio.
giugno 2012

Guido Canali

(Parma, 1934) si è formato a Parma, a Siena e a Monaco di Baviera, laureandosi successivamente al Politecnico di Milano. Docente universitario di Lettere all'Università di Parma, poi presso lo IUAV di Venezia, è attualmente è professore di composizione architettonica alla Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara. I suoi incarichi hanno riguardato principalmente il ripristino degli insiemi storico-urbano-architettonici e nell'organizzazione di allestimenti e complessi museali. Studioso dell’architettura neoclassica parmigiana, ha sviluppando ricerche sulle città emiliane e sui possibili recuperi, documentati nella mostra “La Città Latente” allestita a Parma, nel Palazzo della Pilotta, nel 1995. È curatore di mostre personali in Italia e all’estero, tra cui la Biennale di Venezia, Padova, Monaco, Meinz. Premi e riconoscimenti: Inarch (1989-1990, 1991/92); Constructa Preis Hannover (1992); Fritz Schumacher Preis (2004); Compasso D’oro (2004); menzione d’onore alla Medaglia d’Oro dell’architettura italiana (Triennale di Milano) per gli anni 2003 e 2006.
giugno 2012

Guido Canella

Nato a Bucarest il 19 gennaio 1931, si è laureato nel 1959 alla Facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Nel 1960 ha iniziato l'attività di insegnamento all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Nel 1962 ha iniziato l’attività di insegnamento al Politecnico di Milano con Ernesto Rogers, dove dal 1970 è ordinario di Composizione architettonica e direttore dal 1974 al 1979, presidente dell’'Indirizzo di laurea in Progettazione architettonica e urbana (1982-1986) e dal 1996 decano della Facoltà di architettura. Dal 1979 al 1982 ha fatto parte della Giunta Esecutiva della XVI Triennale di Milano. Dal 1990 è membro dell'’Accademia Nazionale di San Luca e dal 1998 del Consiglio scientifico del Gruppo Nazionale di Ricerca “Progetto di architettura” del CNR. Ha diretto la collana “Architettura e città” per la Dedalo libri di Bari e la rivista di architettura e urbanistica “Hinterland”. Attualmente dirige la nuova serie di “Zodiac”, semestrale internazionale di architettura contemporanea. Scritti e realizzazioni si trovano pubblicati in vari volumi collettanei e sulle principali riviste di architettura italiane e straniere.
Premi e riconoscimenti:
Premio nazionale IN/ARCH per l’architettura (1969). Premio CICA (Comitato Internazionale dei Critici di Architettura) per l’architettura alla VI Biennale di Architettura a Buenos Aires (1995).
giugno 2012

Massimo Carmassi

(Pisa 1943) si è laureato in Architettura a Firenze nel 1970. Fonda uno studio di architettura a Pisa, dove realizza importanti ricerche e progetti. A partire dal 1980 tiene seminari e conferenze in varie città e università italiane e inizia a pubblicare progetti su libri e riviste. Dal 1981 è Presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Pisa. Dal 1987 è visiting professor nelle facoltà di Architettura di Reggio Calabria, Torino, Syracuse N.Y., Syracuse Firenze, Berlino Premi e riconoscimenti : Premio Nazionale Tercas architettura 1985 per l'opera svolta quale direttore dell'Ufficio Progetto del comune di Pisa, 1985
giugno 2012

Giancarlo De Carlo

(Genova 1919 – Milano 2005) è stato uno degli architetti italiani più conosciuti e apprezzati internazionalmente. Membro dal 1953 dell’MSA (Movimento Studi Architettura), ne è diventato presidente nel 1956. Nel 1978 ha fondato la rivista Spazio e società, di cui è stato direttore. Testimone di primo piano, per mezzo secolo, delle vicende architettoniche e urbanistiche del Movimento moderno, ha elaborato progetti geniali e in continua evoluzione fino al presente, e ha scritto una serie innumerevole di saggi e articoli.
Premi e riconoscimenti: "Wolf Prize" (1988); Cittadinanza Onoraria della Città di Urbino (1989); medaglia Fritz Schumacher (1990); Royal Gold Medal del RIBA (1993); Chiavi della città di Venezia (1999)
giugno 2012

Marco Dezzi Bardeschi

Nato a Firenze, laureato in Ingegneria a Bologna (1957) e in Architettura a Firenze (1962), è professore ordinario (dal 1976) di Restauro Architettonico presso il Politecnico di Milano, presidente della sezione italiana dell’ICOMOS, fondatore e direttore dal 1993 della rivista ‘ΑΝΑΓΚΗ, cultura, storia e tecniche della conservazione per il progetto. È autore di numerose pubblicazioni sulla disciplina e la storia del restauro e sulla cultura del progetto tra le quali i più recenti volumi Restauro: due punti e da capo e Cari maestri.
Tra le sue realizzazioni si alternano interventi su complessi storico-monumentali - tra i quali, la Biblioteca Classense a Ravenna (1975-88), il Palazzo Gotico a Piacenza (1982-86), il Palazzo della Ragione a Milano (1978-2003), e più recentemente, il Bastione Borghetto a Piacenza (2000-02) - progetti di nuove archi tetture - come il complesso residenziale di San Jacopino (1970-74) a Firenze, la nuova Sala Consiliare a Campi Bisenzio (FI) (1985-93), la nuova sede ASL e le residenze per anziani a Montelupo Fiorentino (FI) (1991-93), l’ampliamento delle Terme di Tabiano a Salsomaggiore (PR) (1993-95) - senza trascurare quelle architetture senza metri cubi materializzate negli interventi di sistemazione di spazi urbani, come la Piazza del Teatro a Porto San Giorgio (AP) (1991) e la piazza Fornia a Monticelli Terme (PR) (2002).
giugno 2012

Ignazio e Jacopo Gardella

(Milano 1905 - Novara 1999), è una delle figure fondamentali dell'architettura italiana del XX secolo. Si laurea in ingegneria al Politecnico di Milano nel 1928. Prima della guerra vanta alcune importanti partecipazioni a concorsi d’architettura, nel dopoguerra Gardella produce molte opere importanti e alcuni capolavori, come le case Borsalino ad Alessandria (1952). Negli stessi anni è protagonista dei maggiori momenti culturali, quali i CIAM , o i primi congressi INU. La figura di Gardella rimane ai vertici del made in italy dell'architettura per tutti gli anni ’60 e ’70, con intensa attività professionale. Suo è il progetto del nuovo Palazzo di Giustizia della Spezia. Nell'ultimo periodo della sua vita Gardella, ormai tra i decani dell'architettura italiana, produce ancora significativi progetti, come la Facoltà di Architettura di Genova (1975-89), che lo pongono ancora in prima linea nel dibattito sull'arc hitettura.
Premi e riconoscimenti:
Premio nazionale Olivetti per l'A rchitettura (1955); Medaglia d'oro del Presidente della Repubblica ai benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte (1977); Leone d'Oro alla carriera dalla Biennale di Venezia (1996); Membro onorario del RIBA (Royal Institute of British Architects); Membro dell'Accademia di San Luca; Socio onorario dell'Accademia di Belle Arti di Brera.
giugno 2012

Vittorio Gregotti

(Novara,1927), si è laureato in architettura nel 1952 al Politecnico di Milano. Dal 1953 al 1968 ha svolto la sua attività in collaborazione con Meneghetti e Stoppino. Nel 1974 ha fondato la Gregotti Associati srl, di cui è presidente. Dal 1953 al 1955 è stato redattore di Casabella; dal 1955 al 1963 caporedattore di Casabella-Continuità; dal 1963 al 1965 direttore di Edilizia Moderna e responsabile del settore architettura della rivista Il Verri; dal 1979 al 1998 è stato direttore di Rassegna e dal 1982 al 1996 direttore di Casabella. Dal 1984 al 1992 ha curato la rubrica di architettura di Panorama, dal 1992 al 1997 ha collaborato con il Corriere della Sera e dal 1997 collabora con la Repubblica.
Gregoretti è stato professore ordinario di Composizione architettonica presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia, ha insegnato presso le Facoltà di Architettura di Milano e Palermo, Dal 1974 al 1976 è stato d irettore del settore arti visive ed architettura della Biennale di Venezia. Premi e riconoscimenti:
Visiting professor presso le Università di Tokyo, Buenos Aires, San Paolo, Losanna, Harvard, Filadelfia, Princeton, Cambridge (U.K.) e all'M.I.T. di Cambridge (Mass.). Gran Premio Internazionale alla XIII Triennale (1964). Laurea honoris causa al Politecnico di Praga (1996) e di Bucarets (1999). Membro del BDA (1997).
giugno 2012

Alessandro Mendini

Nato a Milano nel 1931. Ha diretto le riviste "Casabella", "Modo" e "Domus". Sul suo lavoro e su quello compiuto con lo studio Alchimia s ono uscite monografie in varie lingue. Realizza oggetti, mobili, ambienti, pitture, installazioni, architetture. Collabora con compagnie internazionali come Alessi, Philips, Cartier, Swatch, Hermés, Venini ed é consulente di varie industrie, anche nell'Estremo Oriente, per l'impostazione dei loro problemi di immagine e di design. E’ stato professore di design alla Hochschule für Angewandte Kunst a Vienna. Nel 1989 ha aperto assieme al fratello, l'Atelier Mendini a Milano, progettando le Fabbriche Alessi a Omegna, la nuova piscina olimpionica a Trieste, alcune stazioni di metropolitana e il restauro della Villa Comunale a Napoli, il Byblos Art Hotel-Villa Amistà a Verona, i nuovi uffici di Trend Group a Vicenza in Italia; una torre ad Hiroshima in Giappone; il Museo di Groningen in Olanda; il palazzo per gli uffici Madsack ad Hannover, altri edifici in Europa e in U.S.A.
Premi e riconoscimenti:
Compasso d’Oro (1979, 1981); Membro onorario della Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme; professore onorario alla Accademic Council of Guangzhou Academy of fine Arts in Cina. "Chevalier des Arts et des Lettres" in Francia; Architectural League di New York; Laurea Honoris Causa al Politecnico di Milano.
giugno 2012

Adolfo Natalini

(Pistoia, 1941) si laurea presso la facoltà di Architettura di Firenze nel 1966. Successivamente lavora con il Superstudio composto dallo stesso Natalini, da Cristiano Toraldo di Francia, Roberto Magris, Gian Piero Frassinelli e Alessandro Magris. Insegna presso la facoltà di Architettura di Firenze a partire dal 1973 e nel 1979 costituisce il suo studio privato e si applica su una serie di progetti per città storiche in Italia, Germania e Olanda. Diventa Professore ordinario nel 1981. Entra nella Commissione internazionale per l'architettura e l'urbanistica (Gestaltungesbeirat) della città di Salisburgo. Nel 1986. Diventa membro corrispondente dell'Accademia delle arti del disegno di Firenze nel 1990 .1990/1994 - E' stato membro della Commissione urbanistica di Firenze dal 1990 al 1994. . 1991 - Entra a far parte del Comitato di redazione della rivista "Lotus International" nel 1991. E' membro dell'Accademia di belle arti di Carrara dal 1994 e dal 1995 è membro dell'Accademia di San Luca. Premi e riconoscimenti:
Premio internazionale “Tercas Architettura” (1983). Marble Architectural Awards (Maa Italy, 1987). Membro onorario del BDA (1988). Primo posto al concorso nazionale "Disegnare il granito" (1989) e al concorso per la Waagstraat a Groningen (1989). Premio speciale ANPEL (1992). Premio In/Arch-Domus 96.
giugno 2012

Renzo Piano

Nato il 14 settembre 1937 a Genova. Si è laureato nel 1964 al Politecnico di Milano. Tra il 1965 e il 1970, ha compiuto numerosi viaggi di ricerca e di lavoro negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Nel 1971 fonda lo studio "Piano & Rogers", con Richard Rogers, suo partner nel progetto del Centre Pompidou a Parigi. Nel 1977 fonda l’ "Atelier Piano & Rice", con l'ingegnere Peter Rice, figura professionale che lo affiancherà per lunghi anni, e che collaborerà a tanti progetti, sino alla sua scomparsa nel 1992. Ha costituito il "Renzo Piano Building Workshop", con sede a Parigi e a Genova, in cui lavorano circa cento persone (architetti, ingegneri, specialisti...) in stretta collabo razione con alcuni architetti associati, a lui legati da lunghi anni di esperienza.
Alcuni premi e riconoscimenti: Membro onorario dell’Union Internationale des Architects (Città del Messico, Messico 1978); Premio Compasso d'Oro (Milano 1980); Membro onorario dell’AIA (U.S.A. 1983); Premio Michelangelo Antonioni per le arti, Auditorium di Roma (2002); Medaglia d’oro all’architettura italiana, Triennale di Milano; Medaglia D’Oro all’Architettura Italiana al progetto High Museum of Art di Atlanta, Triennale di Milano; Conservancy al progetto della Morgan Library, New York, U.S.A..
giugno 2012

Antonio Monestiroli

(Milano, 1940), si è laureato in architettura al Politecnico di Milano nel 1965 con Franco Albini. Dal 1968 al 1972 è stato assistente e collaboratore di Aldo Rossi. Dal 1970 ha insegnato Composizione Architettonica alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e dal 1997 alla Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano di cui è preside dal 2000. Ha insegnato inoltre alla Facoltà di Architettura dell'Università "G. d'Annunzio" di Chieti/Pescara e all'Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV). Dal 1988 al 1994 è stato Direttore del Dipartimento di Progettazione Architettonica del Politecnico di Milano. Ha cominciato la professione insieme a Paolo Rizzatto, oggi tra i più importanti designers italiani, partecipando a numerosi concorsi nazionali e internazionali. Ha inoltre curato il progetto della nuova sede del Politecnico di Milano nel quartiere Bovisa (1990), ha realizzato il quinto ampliamento del cimitero Maggiore di Voghera (1995-2003), il progetto per un palazzetto dello sport a Limbiate (MI) (1998). Nel 2003 ha fondato lo studio Monestiroli Architetti Associati insiame a Tomaso Monestiroli, con il quale ha progettato il nuovo Planetario di Cosenza, la nuova stazione ferroviaria di Pioltello (MI), due torri residenziali per la città di Brescia (2004 - in corso di realizzazione), la nuova Biblioteca Regionale di Pescara (2004 - 2005).
giugno 2012

Paolo Portoghesi

Nato a Roma nel 1931, laureatosi in architettura all'università di Roma nel 1957, esercita la libera professione nel campo della progettazione edilizia e urbanistica dal 1958. All'attività progettuale affianca l'attività didattica, dal 1967 al 1979 è stato professore di ruolo di Storia dell'architettura al Politecnico di Milano, dove inoltre ha ricoperto la carica di Preside di facoltà dal 1968 al 1976.
Dal 1982 è professore di ruolo di Storia dell'architettura all'università di Roma, dal 1995 insegna progetta zione architettonica nella stessa Università ed è l'autore di numerose pubblicazioni e saggi, in particolare sull' architettura rinascimentale e barocca, sul Liberty e sull' architettura contemporanea, Premi e riconoscimenti: Premio nazionale d'architettura per la critica storica (1963). Membro dell'Accademia di San Luca dal 1966 e dell'Accademia Linguistica di Genova dal 1977, dell'Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze dal 1978, membro onorario dell'Accademia di Brera dal 1990, membro straniero dell'accademia russa di architettura dal 1996; Laurea honoris causa dell' Università di Losanna (1984); Legione d’Onore (1985); Commendatore dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dalla segreteria francese per la cultura e le comunicazioni.
giugno 2012

Giorgio Grassi

(Milano, 27 ottobre 1935) ha studiato architettura presso il Politecnico di Milano dove si è laureato nel 1960. Dal 1961 al 1964 ha lavorato per la rivista Casabella-continuità. Ha insegnato presso varie università (Pescara, Valencia, Losanna, Zurigo) a partire dal 1965. Dal 1977 è professore ordinario di Composizione Architettonica presso la facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Tra le sue opere di segnalano il Palazzo Prinz-Albrecht a Berlino (1984), la Biblioteca Pubblica di Groningen (1989), il complesso edilizio a Potsdamer Platz (Berlino 1993-2001)
giugno 2012

Aldo Rossi Associati

(Milano 1931-1997) ha studiato Architettura al Politecnico di Milano, dove si è laureato nel 1959. Collabora con numerose riviste diventando uno dei protagonisti del dibattito culturale della sua epoca. La sua attività professionale compie un balzo quando Carlo Aymonino gli fa realizzare parte del del complesso "Monte Amiata" a Milano. Nel 1965 è nominato professore al Politecnico di Milano. Nel 1971 riceve fama internazionale con il progetto per l’ampliamento del cimitero San Cataldo a Modena. Nel 1979 diventa Accademico della prestigiosa Accademia nazionale di San Luca, e intensifica le sue collaborazioni internazionali: è Direttore del Seminario internazionale di Santiago de Compostela, insegna in diverse Università negli Stati Uniti viaggia in Oriente e tiene conferenze in Sud America. Nel 1983 è direttore della sezione architettura alla Biennale di Venezia.
Negli anni successivi Aldo Rossi realizzerà importanti lavori per il design industriale (Unifor, Alessi) e riceve prestigio si riconoscimenti nel campo dell’architettura. Premi e riconoscimenti: Premio Pritzker (1990), Aia Honor Award (1990), Premio città di Fukuoka (1990), Premil “Campione d’Italia nel mondo” (1990), Membro onorario all’American Academy of Arts and Letters, Premio Speciale Cultura per il settore “Architettura e Design” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
giugno 2012

Enzo Zacchiroli

Nasce a Bologna il 13 dicembre 1919. Si laurea in Architettura a Firenze nell'anno 1951 con punti 110/110 e lode, vincendo il primo premio nazionale C.O.N.I. dello stesso anno per laureati con tesi a soggetto sportivo. È iscritto all'Ordine degli Architetti di Bologna dal 7 settembre 1951 (abilitatazione all'Università degli Studi di Firenze nel 1965). Svolge l'attività didattica fino al 1955 come assistente al corso di Composizione Architettonica della Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze collaborando con il Prof. Giuseppe Gori e il Prof. Adalberto Libera. Fino al 1958 lavora presso l'ufficio P.R.G. del Comune di Bologna. Dal 1958 apre uno studio professionale in questa città, dove tuttora esercita, e inizia l'attività di libero professionista.
Premi e ricono scimenti: Premio nazionale CONI per laureati con tesi a soggetto sportivo, (1951); Istituto Nazionale di Architettura, premio IN/ARCH regionale (1964, 1969) Premio Baccheili per 'la qualità delle realizzazioni architettoniche moderne nell'ambiente urbano', (Bologna 1982); Premio Scanno per 'il miglior contributo alla progettazione funzionale di una residenza sanitaria assistenziale' (1990).
giugno 2012

Aimaro Isola

Nasce a Torino il 14 gennaio 1928. Si laurea in architettura al Politecnico di Torino nel 1952 discutendo la tesi con Carlo Mollino. Attivo nella facoltà dal 1953, dal 1977 è Professore Ordinario di Composizione Architettonica ed Urbana al Politecnico di Torino.
Dal 1985 è Accademico Nazionale dell’Accademia Nazionale di San Luca a Roma;
Premi e riconoscimenti:
Premio Antonio Feltrinelli dall’Accademia Nazionale dei Lincei (1988, con Roberto Gabetti); Premio Internazionale “Architetture di pietra” (1991, con Roberto Gabetti e Guido Drocco); Premio Internazionale “Architettura contemporanea alpina”, per il Monastero delle Carmelitane a Quart (Aosta, 1992); Premio Speciale della Giuria “Premio Luigi Cosenza” (Napoli, 1998, insieme a Roberto Gabetti e Guido Drocco) per la “migliore architettura realizzata in Italia nel biennio 96/97”, per l’Ampliamento del Museo di Antichità di Torino.
  • giugno 2012
    Alessandro Anselmi >>
  • giugno 2012
    Gae Aulenti >>
  • giugno 2012
    Mario Bellini >>
  • 35 1 su 12 pagine >
giugno 2012

Alessandro Anselmi

Nasce a Roma nel 1934, dove si laurea in architettura nel 1963.
Nel 1962 è uno dei fondatori del GRAU (Gruppo Romano Architetti Urbanisti), uno dei gruppi più vivaci del panorama romano. Oltre all'intensa attività di progettista, Anselmi si impegna anche nella didattica e nella ricerca: è docente di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura della Terza Università di Roma. Il suo lavoro è stato documentato in numerose mostre e nelle più importanti pubblicazioni specialistiche. E' autore di numerosi saggi; dal 1974 al 1981 è stato redattore di "Controspazio" ed attualmente fa parte del Consiglio Scientifico della rivista d'architettura "Area".
Premi e riconoscimenti:
"Visiting professor" in varie scuole d'architettura (Ecole Special d'Architecture, U.P.8 dell'Ecole National Superieur d'Architecture a Parigi, Facoltà di Architettura del Politecnico di Losanna), Accademico Nazionale dell'Accademia di San Luca. Premio del Presidente della Repubblica per l'Architettura (1999).
giugno 2012

Gae Aulenti

Laureata nel 1953 al Politecnico di Milano, dal 1955 al 1965 e' nella redazione di Casabella-Continuita' diretta da Ernesto Rogers. Dal 1956 svolge la propria attivita' a Milano, spaziando dalla progettazione architettonica, all'interior e industrial design, alla scenografia teatrale. Nel Gennaio 2005 ha fondato la Gae Aulenti Architetti Associati.
Premi e riconoscimenti : "Chevalier de la Legion d Honneur" (Parigi, 1987); Membro Onorario dell'American Institute of Architects - Hon. FAIA (1990); Praemium Imperiale per l'Architettura (Tokyo, 1991); "Cavaliere di Gran Croce" al merito della Repubblica Italiana (Roma, 1995); laurea ad honorem in Belle Arti dalla Rhode Island School of Design (Providence, USA 2001).
Nel 2002 e' stata invitata come membro della giuria per i concorsi internazionali di progettazione "TAV - Nuova Stazione Alta Velocita' di Firenze" e "The Grand Egyptian Museum, Giza-Cairo".
giugno 2012

Mario Bellini

Nato a Milano nel 1935, è architetto, critico e designer.
Dal 1959 al 1962 collabora in qualità di architetto con il gruppo Rinascente; intanto svolge attività didattica presso l'istituto superiore di design di Venezia. Dal 1963 è responsabile Olivetti per le macchine da scrittura e i calcolatori (riceve diversi premi smau per alcuni progetti).
Collabora con importanti industrie B&B, Cassina, Brionvega, Yamaha, Artemide, Flos, Vitra; feconda anche l'attività nel campo dell'automobile (Fiat, Lancia, Renault). È stato direttore della rivista domus dal 1986 al 1991. Il Moma di New York conta ben 25 suoi progetti e nel 1987 gli dedica una mostra monografica. Come architetto realizza importanti progetti a Tokyo e a Milano (nuovo quartiere fiera).
Premi e riconoscimenti:
Compasso d’Oro (1962, 1964, 1970, 1986). Presidente dell’ADI dal 1969 al 1971.
giugno 2012

Mario Botta

Mario Botta (Mendrisio, 1943) è una delle figure di maggior spicco nel panorama dell'architettura contemporanea.
Dopo la scuola dell'obbligo entra a 15 anni come apprendista disegnatore presso lo studio di architettura di Luigi Camenisch e Tita Carloni a Lugano e all'età di 18 anni realizza la sua prima costruzione (casa parrocchiale di Genestrerio) 1961-63.
Frequenta il Liceo Artistico a Milano e prosegue poi gli studi all'Istituto Universitario d'Architettura di Venezia,  dove si laurea nel 1969 con relatori Carlo Scarpa e Giuseppe Mazzariol.
Durante il periodo trascorso a Venezia, ha occasione di incontrare e lavorare per Le Corbusier e Louis I. Kahn.
Nel 1970 apre il proprio studio di architettura a Lugano, nella cui regione realizza un gran numero di residenze unifamiliari e piccoli interventi che lo rendono internazionalmente noto, per proseguire la sua attività a livello mondiale.
Da sempre impegnato nell’ attività didattica, è stato ideatore e fondatore dell’ Accademia di Architettura di Mendrisio.
giugno 2012

Guido Canali

(Parma, 1934) si è formato a Parma, a Siena e a Monaco di Baviera, laureandosi successivamente al Politecnico di Milano. Docente universitario di Lettere all'Università di Parma, poi presso lo IUAV di Venezia, è attualmente è professore di composizione architettonica alla Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara. I suoi incarichi hanno riguardato principalmente il ripristino degli insiemi storico-urbano-architettonici e nell'organizzazione di allestimenti e complessi museali. Studioso dell’architettura neoclassica parmigiana, ha sviluppando ricerche sulle città emiliane e sui possibili recuperi, documentati nella mostra “La Città Latente” allestita a Parma, nel Palazzo della Pilotta, nel 1995. È curatore di mostre personali in Italia e all’estero, tra cui la Biennale di Venezia, Padova, Monaco, Meinz. Premi e riconoscimenti: Inarch (1989-1990, 1991/92); Constructa Preis Hannover (1992); Fritz Schumacher Preis (2004); Compasso D’oro (2004); menzione d’onore alla Medaglia d’Oro dell’architettura italiana (Triennale di Milano) per gli anni 2003 e 2006.
giugno 2012

Guido Canella

Nato a Bucarest il 19 gennaio 1931, si è laureato nel 1959 alla Facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Nel 1960 ha iniziato l'attività di insegnamento all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Nel 1962 ha iniziato l’attività di insegnamento al Politecnico di Milano con Ernesto Rogers, dove dal 1970 è ordinario di Composizione architettonica e direttore dal 1974 al 1979, presidente dell’'Indirizzo di laurea in Progettazione architettonica e urbana (1982-1986) e dal 1996 decano della Facoltà di architettura. Dal 1979 al 1982 ha fatto parte della Giunta Esecutiva della XVI Triennale di Milano. Dal 1990 è membro dell'’Accademia Nazionale di San Luca e dal 1998 del Consiglio scientifico del Gruppo Nazionale di Ricerca “Progetto di architettura” del CNR. Ha diretto la collana “Architettura e città” per la Dedalo libri di Bari e la rivista di architettura e urbanistica “Hinterland”. Attualmente dirige la nuova serie di “Zodiac”, semestrale internazionale di architettura contemporanea. Scritti e realizzazioni si trovano pubblicati in vari volumi collettanei e sulle principali riviste di architettura italiane e straniere.
Premi e riconoscimenti:
Premio nazionale IN/ARCH per l’architettura (1969). Premio CICA (Comitato Internazionale dei Critici di Architettura) per l’architettura alla VI Biennale di Architettura a Buenos Aires (1995).
giugno 2012

Massimo Carmassi

(Pisa 1943) si è laureato in Architettura a Firenze nel 1970. Fonda uno studio di architettura a Pisa, dove realizza importanti ricerche e progetti. A partire dal 1980 tiene seminari e conferenze in varie città e università italiane e inizia a pubblicare progetti su libri e riviste. Dal 1981 è Presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Pisa. Dal 1987 è visiting professor nelle facoltà di Architettura di Reggio Calabria, Torino, Syracuse N.Y., Syracuse Firenze, Berlino Premi e riconoscimenti : Premio Nazionale Tercas architettura 1985 per l'opera svolta quale direttore dell'Ufficio Progetto del comune di Pisa, 1985
giugno 2012

Giancarlo De Carlo

(Genova 1919 – Milano 2005) è stato uno degli architetti italiani più conosciuti e apprezzati internazionalmente. Membro dal 1953 dell’MSA (Movimento Studi Architettura), ne è diventato presidente nel 1956. Nel 1978 ha fondato la rivista Spazio e società, di cui è stato direttore. Testimone di primo piano, per mezzo secolo, delle vicende architettoniche e urbanistiche del Movimento moderno, ha elaborato progetti geniali e in continua evoluzione fino al presente, e ha scritto una serie innumerevole di saggi e articoli.
Premi e riconoscimenti: "Wolf Prize" (1988); Cittadinanza Onoraria della Città di Urbino (1989); medaglia Fritz Schumacher (1990); Royal Gold Medal del RIBA (1993); Chiavi della città di Venezia (1999)
giugno 2012

Marco Dezzi Bardeschi

Nato a Firenze, laureato in Ingegneria a Bologna (1957) e in Architettura a Firenze (1962), è professore ordinario (dal 1976) di Restauro Architettonico presso il Politecnico di Milano, presidente della sezione italiana dell’ICOMOS, fondatore e direttore dal 1993 della rivista ‘ΑΝΑΓΚΗ, cultura, storia e tecniche della conservazione per il progetto. È autore di numerose pubblicazioni sulla disciplina e la storia del restauro e sulla cultura del progetto tra le quali i più recenti volumi Restauro: due punti e da capo e Cari maestri.
Tra le sue realizzazioni si alternano interventi su complessi storico-monumentali - tra i quali, la Biblioteca Classense a Ravenna (1975-88), il Palazzo Gotico a Piacenza (1982-86), il Palazzo della Ragione a Milano (1978-2003), e più recentemente, il Bastione Borghetto a Piacenza (2000-02) - progetti di nuove archi tetture - come il complesso residenziale di San Jacopino (1970-74) a Firenze, la nuova Sala Consiliare a Campi Bisenzio (FI) (1985-93), la nuova sede ASL e le residenze per anziani a Montelupo Fiorentino (FI) (1991-93), l’ampliamento delle Terme di Tabiano a Salsomaggiore (PR) (1993-95) - senza trascurare quelle architetture senza metri cubi materializzate negli interventi di sistemazione di spazi urbani, come la Piazza del Teatro a Porto San Giorgio (AP) (1991) e la piazza Fornia a Monticelli Terme (PR) (2002).
giugno 2012

Ignazio e Jacopo Gardella

(Milano 1905 - Novara 1999), è una delle figure fondamentali dell'architettura italiana del XX secolo. Si laurea in ingegneria al Politecnico di Milano nel 1928. Prima della guerra vanta alcune importanti partecipazioni a concorsi d’architettura, nel dopoguerra Gardella produce molte opere importanti e alcuni capolavori, come le case Borsalino ad Alessandria (1952). Negli stessi anni è protagonista dei maggiori momenti culturali, quali i CIAM , o i primi congressi INU. La figura di Gardella rimane ai vertici del made in italy dell'architettura per tutti gli anni ’60 e ’70, con intensa attività professionale. Suo è il progetto del nuovo Palazzo di Giustizia della Spezia. Nell'ultimo periodo della sua vita Gardella, ormai tra i decani dell'architettura italiana, produce ancora significativi progetti, come la Facoltà di Architettura di Genova (1975-89), che lo pongono ancora in prima linea nel dibattito sull'arc hitettura.
Premi e riconoscimenti:
Premio nazionale Olivetti per l'A rchitettura (1955); Medaglia d'oro del Presidente della Repubblica ai benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte (1977); Leone d'Oro alla carriera dalla Biennale di Venezia (1996); Membro onorario del RIBA (Royal Institute of British Architects); Membro dell'Accademia di San Luca; Socio onorario dell'Accademia di Belle Arti di Brera.
giugno 2012

Vittorio Gregotti

(Novara,1927), si è laureato in architettura nel 1952 al Politecnico di Milano. Dal 1953 al 1968 ha svolto la sua attività in collaborazione con Meneghetti e Stoppino. Nel 1974 ha fondato la Gregotti Associati srl, di cui è presidente. Dal 1953 al 1955 è stato redattore di Casabella; dal 1955 al 1963 caporedattore di Casabella-Continuità; dal 1963 al 1965 direttore di Edilizia Moderna e responsabile del settore architettura della rivista Il Verri; dal 1979 al 1998 è stato direttore di Rassegna e dal 1982 al 1996 direttore di Casabella. Dal 1984 al 1992 ha curato la rubrica di architettura di Panorama, dal 1992 al 1997 ha collaborato con il Corriere della Sera e dal 1997 collabora con la Repubblica.
Gregoretti è stato professore ordinario di Composizione architettonica presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia, ha insegnato presso le Facoltà di Architettura di Milano e Palermo, Dal 1974 al 1976 è stato d irettore del settore arti visive ed architettura della Biennale di Venezia. Premi e riconoscimenti:
Visiting professor presso le Università di Tokyo, Buenos Aires, San Paolo, Losanna, Harvard, Filadelfia, Princeton, Cambridge (U.K.) e all'M.I.T. di Cambridge (Mass.). Gran Premio Internazionale alla XIII Triennale (1964). Laurea honoris causa al Politecnico di Praga (1996) e di Bucarets (1999). Membro del BDA (1997).
giugno 2012

Alessandro Mendini

Nato a Milano nel 1931. Ha diretto le riviste "Casabella", "Modo" e "Domus". Sul suo lavoro e su quello compiuto con lo studio Alchimia s ono uscite monografie in varie lingue. Realizza oggetti, mobili, ambienti, pitture, installazioni, architetture. Collabora con compagnie internazionali come Alessi, Philips, Cartier, Swatch, Hermés, Venini ed é consulente di varie industrie, anche nell'Estremo Oriente, per l'impostazione dei loro problemi di immagine e di design. E’ stato professore di design alla Hochschule für Angewandte Kunst a Vienna. Nel 1989 ha aperto assieme al fratello, l'Atelier Mendini a Milano, progettando le Fabbriche Alessi a Omegna, la nuova piscina olimpionica a Trieste, alcune stazioni di metropolitana e il restauro della Villa Comunale a Napoli, il Byblos Art Hotel-Villa Amistà a Verona, i nuovi uffici di Trend Group a Vicenza in Italia; una torre ad Hiroshima in Giappone; il Museo di Groningen in Olanda; il palazzo per gli uffici Madsack ad Hannover, altri edifici in Europa e in U.S.A.
Premi e riconoscimenti:
Compasso d’Oro (1979, 1981); Membro onorario della Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme; professore onorario alla Accademic Council of Guangzhou Academy of fine Arts in Cina. "Chevalier des Arts et des Lettres" in Francia; Architectural League di New York; Laurea Honoris Causa al Politecnico di Milano.
giugno 2012

Adolfo Natalini

(Pistoia, 1941) si laurea presso la facoltà di Architettura di Firenze nel 1966. Successivamente lavora con il Superstudio composto dallo stesso Natalini, da Cristiano Toraldo di Francia, Roberto Magris, Gian Piero Frassinelli e Alessandro Magris. Insegna presso la facoltà di Architettura di Firenze a partire dal 1973 e nel 1979 costituisce il suo studio privato e si applica su una serie di progetti per città storiche in Italia, Germania e Olanda. Diventa Professore ordinario nel 1981. Entra nella Commissione internazionale per l'architettura e l'urbanistica (Gestaltungesbeirat) della città di Salisburgo. Nel 1986. Diventa membro corrispondente dell'Accademia delle arti del disegno di Firenze nel 1990 .1990/1994 - E' stato membro della Commissione urbanistica di Firenze dal 1990 al 1994. . 1991 - Entra a far parte del Comitato di redazione della rivista "Lotus International" nel 1991. E' membro dell'Accademia di belle arti di Carrara dal 1994 e dal 1995 è membro dell'Accademia di San Luca. Premi e riconoscimenti:
Premio internazionale “Tercas Architettura” (1983). Marble Architectural Awards (Maa Italy, 1987). Membro onorario del BDA (1988). Primo posto al concorso nazionale "Disegnare il granito" (1989) e al concorso per la Waagstraat a Groningen (1989). Premio speciale ANPEL (1992). Premio In/Arch-Domus 96.
giugno 2012

Renzo Piano

Nato il 14 settembre 1937 a Genova. Si è laureato nel 1964 al Politecnico di Milano. Tra il 1965 e il 1970, ha compiuto numerosi viaggi di ricerca e di lavoro negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Nel 1971 fonda lo studio "Piano & Rogers", con Richard Rogers, suo partner nel progetto del Centre Pompidou a Parigi. Nel 1977 fonda l’ "Atelier Piano & Rice", con l'ingegnere Peter Rice, figura professionale che lo affiancherà per lunghi anni, e che collaborerà a tanti progetti, sino alla sua scomparsa nel 1992. Ha costituito il "Renzo Piano Building Workshop", con sede a Parigi e a Genova, in cui lavorano circa cento persone (architetti, ingegneri, specialisti...) in stretta collabo razione con alcuni architetti associati, a lui legati da lunghi anni di esperienza.
Alcuni premi e riconoscimenti: Membro onorario dell’Union Internationale des Architects (Città del Messico, Messico 1978); Premio Compasso d'Oro (Milano 1980); Membro onorario dell’AIA (U.S.A. 1983); Premio Michelangelo Antonioni per le arti, Auditorium di Roma (2002); Medaglia d’oro all’architettura italiana, Triennale di Milano; Medaglia D’Oro all’Architettura Italiana al progetto High Museum of Art di Atlanta, Triennale di Milano; Conservancy al progetto della Morgan Library, New York, U.S.A..
giugno 2012

Antonio Monestiroli

(Milano, 1940), si è laureato in architettura al Politecnico di Milano nel 1965 con Franco Albini. Dal 1968 al 1972 è stato assistente e collaboratore di Aldo Rossi. Dal 1970 ha insegnato Composizione Architettonica alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e dal 1997 alla Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano di cui è preside dal 2000. Ha insegnato inoltre alla Facoltà di Architettura dell'Università "G. d'Annunzio" di Chieti/Pescara e all'Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV). Dal 1988 al 1994 è stato Direttore del Dipartimento di Progettazione Architettonica del Politecnico di Milano. Ha cominciato la professione insieme a Paolo Rizzatto, oggi tra i più importanti designers italiani, partecipando a numerosi concorsi nazionali e internazionali. Ha inoltre curato il progetto della nuova sede del Politecnico di Milano nel quartiere Bovisa (1990), ha realizzato il quinto ampliamento del cimitero Maggiore di Voghera (1995-2003), il progetto per un palazzetto dello sport a Limbiate (MI) (1998). Nel 2003 ha fondato lo studio Monestiroli Architetti Associati insiame a Tomaso Monestiroli, con il quale ha progettato il nuovo Planetario di Cosenza, la nuova stazione ferroviaria di Pioltello (MI), due torri residenziali per la città di Brescia (2004 - in corso di realizzazione), la nuova Biblioteca Regionale di Pescara (2004 - 2005).
giugno 2012

Paolo Portoghesi

Nato a Roma nel 1931, laureatosi in architettura all'università di Roma nel 1957, esercita la libera professione nel campo della progettazione edilizia e urbanistica dal 1958. All'attività progettuale affianca l'attività didattica, dal 1967 al 1979 è stato professore di ruolo di Storia dell'architettura al Politecnico di Milano, dove inoltre ha ricoperto la carica di Preside di facoltà dal 1968 al 1976.
Dal 1982 è professore di ruolo di Storia dell'architettura all'università di Roma, dal 1995 insegna progetta zione architettonica nella stessa Università ed è l'autore di numerose pubblicazioni e saggi, in particolare sull' architettura rinascimentale e barocca, sul Liberty e sull' architettura contemporanea, Premi e riconoscimenti: Premio nazionale d'architettura per la critica storica (1963). Membro dell'Accademia di San Luca dal 1966 e dell'Accademia Linguistica di Genova dal 1977, dell'Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze dal 1978, membro onorario dell'Accademia di Brera dal 1990, membro straniero dell'accademia russa di architettura dal 1996; Laurea honoris causa dell' Università di Losanna (1984); Legione d’Onore (1985); Commendatore dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dalla segreteria francese per la cultura e le comunicazioni.
giugno 2012

Giorgio Grassi

(Milano, 27 ottobre 1935) ha studiato architettura presso il Politecnico di Milano dove si è laureato nel 1960. Dal 1961 al 1964 ha lavorato per la rivista Casabella-continuità. Ha insegnato presso varie università (Pescara, Valencia, Losanna, Zurigo) a partire dal 1965. Dal 1977 è professore ordinario di Composizione Architettonica presso la facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Tra le sue opere di segnalano il Palazzo Prinz-Albrecht a Berlino (1984), la Biblioteca Pubblica di Groningen (1989), il complesso edilizio a Potsdamer Platz (Berlino 1993-2001)
giugno 2012

Aldo Rossi Associati

(Milano 1931-1997) ha studiato Architettura al Politecnico di Milano, dove si è laureato nel 1959. Collabora con numerose riviste diventando uno dei protagonisti del dibattito culturale della sua epoca. La sua attività professionale compie un balzo quando Carlo Aymonino gli fa realizzare parte del del complesso "Monte Amiata" a Milano. Nel 1965 è nominato professore al Politecnico di Milano. Nel 1971 riceve fama internazionale con il progetto per l’ampliamento del cimitero San Cataldo a Modena. Nel 1979 diventa Accademico della prestigiosa Accademia nazionale di San Luca, e intensifica le sue collaborazioni internazionali: è Direttore del Seminario internazionale di Santiago de Compostela, insegna in diverse Università negli Stati Uniti viaggia in Oriente e tiene conferenze in Sud America. Nel 1983 è direttore della sezione architettura alla Biennale di Venezia.
Negli anni successivi Aldo Rossi realizzerà importanti lavori per il design industriale (Unifor, Alessi) e riceve prestigio si riconoscimenti nel campo dell’architettura. Premi e riconoscimenti: Premio Pritzker (1990), Aia Honor Award (1990), Premio città di Fukuoka (1990), Premil “Campione d’Italia nel mondo” (1990), Membro onorario all’American Academy of Arts and Letters, Premio Speciale Cultura per il settore “Architettura e Design” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
giugno 2012

Enzo Zacchiroli

Nasce a Bologna il 13 dicembre 1919. Si laurea in Architettura a Firenze nell'anno 1951 con punti 110/110 e lode, vincendo il primo premio nazionale C.O.N.I. dello stesso anno per laureati con tesi a soggetto sportivo. È iscritto all'Ordine degli Architetti di Bologna dal 7 settembre 1951 (abilitatazione all'Università degli Studi di Firenze nel 1965). Svolge l'attività didattica fino al 1955 come assistente al corso di Composizione Architettonica della Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze collaborando con il Prof. Giuseppe Gori e il Prof. Adalberto Libera. Fino al 1958 lavora presso l'ufficio P.R.G. del Comune di Bologna. Dal 1958 apre uno studio professionale in questa città, dove tuttora esercita, e inizia l'attività di libero professionista.
Premi e ricono scimenti: Premio nazionale CONI per laureati con tesi a soggetto sportivo, (1951); Istituto Nazionale di Architettura, premio IN/ARCH regionale (1964, 1969) Premio Baccheili per 'la qualità delle realizzazioni architettoniche moderne nell'ambiente urbano', (Bologna 1982); Premio Scanno per 'il miglior contributo alla progettazione funzionale di una residenza sanitaria assistenziale' (1990).
giugno 2012

Aimaro Isola

Nasce a Torino il 14 gennaio 1928. Si laurea in architettura al Politecnico di Torino nel 1952 discutendo la tesi con Carlo Mollino. Attivo nella facoltà dal 1953, dal 1977 è Professore Ordinario di Composizione Architettonica ed Urbana al Politecnico di Torino.
Dal 1985 è Accademico Nazionale dell’Accademia Nazionale di San Luca a Roma;
Premi e riconoscimenti:
Premio Antonio Feltrinelli dall’Accademia Nazionale dei Lincei (1988, con Roberto Gabetti); Premio Internazionale “Architetture di pietra” (1991, con Roberto Gabetti e Guido Drocco); Premio Internazionale “Architettura contemporanea alpina”, per il Monastero delle Carmelitane a Quart (Aosta, 1992); Premio Speciale della Giuria “Premio Luigi Cosenza” (Napoli, 1998, insieme a Roberto Gabetti e Guido Drocco) per la “migliore architettura realizzata in Italia nel biennio 96/97”, per l’Ampliamento del Museo di Antichità di Torino.